Chi Siamo

Dott.Longhini

Nel 1975 il prof. Erminio Longhini fu l’ideatore dell’Associazione di Volontari Ospedalieri, poi denominata AVO.

L’idea gli è sorta dopo aver assistito ad un episodio in corsia: una malata che chiedeva solamente un bicchiere d’acqua. Nessuno l’ascoltava, nè le compagne di letto, nè l’inserviente addetta a pulire i pavimenti. Rivolgendosi proprio a quest’ultima il prof. Longhini la esortò a porgere alla donna questo bicchiere d’acqua; l’inserviente, meravigliandosi, rispose che non era sua competenza, infatti non spettava a lei non essendo infermiera. Allora il professore decise di suonare il campanello ma le infermiere, occupate altrove, non risposero. Longhini allora si chiese “Chi può aiutare questa donna che chiede solamente un po’ d’acqua?”.

Dopo questo episodio decise di intervenire e fare qualcosa di tangibile per dare una risposta alle esigenze inascoltate dei malati: la chiamò AVO e nel tempo si estese nel territorio nazionale, connessa alla rete ospedaliera e alle Case di Riposo, R.S.A. e altre associazioni del terzo settore.

Nel lontano 1989 anche a Jesolo sei persone decisero di formare l’associazione, animati e uniti dallo stesso obbiettivo: dare un aiuto concreto alle esigenze inascoltate dei malati.

Nello stesso anno si tenne il primo corso di formazione volontari, con relatori d’eccezione: il fondatore AVO ovvero il prof. Longhini e sua moglie Nuccia. In questo primo corso vennero poste le basi e i principi tutt’ora vigenti nella nostra associazione:

  • la gratuità dell’opera del volontariato
  • la solidarietà come fine esclusivo
  • AVO deve restare un’associazione laica e indipendente, che offre negli ospedali calore umano, dialogo e aiuto per lottare contro sofferenza, isolamento e noia.

Poniamo al nostro centro la persona, superando l’indifferenza della gente e affiancando le prestazione mediche con i nostri principi fondanti, ogni volontario svolge la sua opera a proprio modo non dimenticando mai le parole di Longhini.